L’esperienza di Paladin si proietta nell’orizzonte della Valpolicella

Aprile 2018: nasce Casa Lupo, un nuovo capitolo della storia vinicola di Paladin, che tra le sue righe continua a raccontarci una passione per il vino di lunga data.
Oggi Paladin decide di rinnovare il proprio impegno come ambasciatore del territorio e della produzione del vino italiano nel mondo, con un altro passo in avanti, che segna un ritorno alle proprie origini regionali. Ad accogliere questa nuova sfida sarà uno dei migliori terroir delle Venezie, ad elevata vocazione viticola e che da anni produce vini diventati simbolo dell’italianità nel mondo: la Valpolicella

Val-polis-cellae

 

La “Valle dalle molte cantine”, come vuole la tradizione etimologica locale, si estende tra Verona ed il Lago di Garda in un arioso ventaglio di valli (Negrar, Marano e Fumane). 6000 ettari di vigneto poggiano su un terreno morfologicamente vario, in prevalenza calcareo, alternate ad olivi e ciliegi ed avvolte da un clima mite grazie ai vicini Monti Lessini e alla vicinanza del lago. Un morbido paesaggio collinare che ha fatto di questa terra una delle aree più preziose e rinomate nel panorama enologico italiano a cui siamo grati per l’accoglienza che ci ha riservato.

“Guarda il calor del sol che si fa vino”

(Dante, Purgatorio, XXV, 77)

 

Madre di alcuni tra i più importanti vini rossi italiani, la Valpolicella ha un figlio prediletto: l’Amarone. Campione dell’enologia italiana, straordinario uvaggio di Corvina, Corvinone e Rondinella. Il nostro Amarone è l’esito di uno scrupoloso e lungo appassimento delle uve in cassette di legno (da settembre-ottobre a gennaio-febbraio) a cui segue una vinificazione che dura mesi a temperature naturali molto basse. Poi l’affinamento in botti di rovere e, infine, in bottiglia. Ma non meno eccellenti sono il Ripasso, che nasce dall’incontro delle vinacce di Amarone con il Valpolicella giovane, e la Riserva Amarone.

Casa Lupo

 

Intorno a questo universo di pratiche e di valori nasce Casa Lupo, un marchio di Paladin che racchiude in sé la fierezza e l’importanza della Valpolicella, proponendosi sul mercato con tre eccellenze: Ripasso della Valpolicella, Amarone ed Amarone Riserva. Qui Paladin ha stretto un’intensa collaborazione con i viticoltori della Valpolicella, facendo incontrare la loro sensibilità autoctona con i metodi e le competenze dei propri agronomi ed enologi. Si vuole così garantire che tutti i passaggi dalla selezione delle uve all’imbottigliamento siano eseguiti sul posto, facendo tesoro di quel patrimonio locale di conoscenze che esalta l’unicità del territorio: saper scegliere la zona, i terreni e i vitigni, quali Corvina, Corvinone e Rondinella.

 



Amarone della valpolicella riserva DOCG



Valpolicella ripasso superiore DOC


Amarone della valpolicella DOCG