Sei qui: Home > News ed Eventi > Guide dei vini 2016
Data: 14-12-2015

Guide dei vini 2016

I Vini di Veronelli 2016, pagg. 344-345

Malbech Gli Aceri 2012: 89!

Syrah 2013: 87

Merlot 2014: 86

Salbanello: 86

Traminer 2014: 86

Raboso Spumante Dry: 85

Pinot Grigio 2014: 85

Prosecco extra-dry Millesimato: 84

 

VITAE 2016, Associazione Italiana Sommelier, pag. 562

“La cantina Paladin nasce negli anni Sessanta ad Annone Veneto, zona di confine tra il Veneto e il Friuli e, come tutte le zone di frontiera, funge da raccordo tra le vicine culture cogliendo il meglio dell’una e dell’altra. L’azienda inizia a muovere i primi passi per volontà di Valentino Paladin e prosegue il percorso di crescita grazie ai continui sforzi dei figli Carlo, Lucia e Roberto, eredi e custodi delle tradizioni che legano questo territorio al vino. La sua gamma di prodotti rappresenta la massima espressione enologica che una zona come questa può offrire.

Traminer 2014: 3 VITI

Paglierino intenso quasi brillante. Emerge all’olfatto l’aromaticità del vitigno con i caratteristici profumi di rosa bianca, pesca e litchi, continuando la scia aromatica su sensazioni vegetali ed erbe officinali. Il suo tenore alcolico incrementa una piacevole morbidezza mantenendo la sua freschezza, con una buona chiusura sapida. E’ un vino che gioca su freschezza e aromaticità come punti di forza. Risotto ai fiori di zucca, gamberi e zafferano.

Refosco dal peduncolo rosso 2014: 3 VITI

Rubino fitto e impenetrabile. Il bouquet olfattivo è disegnato da sensazioni di violetta appassita e cassis, a seguire tabacco dolce su ricordi di grafite. Al gusto è speziato e prorompente, esce un tannino esuberante ma a sua volta ben amalgamato da una struttura di tutto rispetto. Macerazione sulle bucce per 15 giorni per questo Refosco, in uno dei suoi territori di elezione. Faraona ripiena con crosta di pancetta.

Malbech Gli Aceri 2012: 3 VITI

Granato con sfumature ancora rubino. Irrompe all’olfatto con suadenti note speziate piccanti, una evidente traccia minerale di grafite e ancora la frutta presente in confettura. Estremamente morbido al palato, con una nitida percezione tannica tra le righe che lo completa. Matura per 12 mesi in barrique e per 6 mesi in botte. Riposa per altri 6 mesi in bottiglia. Agnello al forno con salsa al rosmarino.

Syrah 2013: 3 VITI

Calice fitto e impenetrabile. Bouquet intrigante su aromi di cioccolato, cadenze fruttate evolute, pepe bianco e chiodi di garofano. Elegante nella persistenza gustativa dai continui richiami speziati e balsamici. Morbido, immediato e nel contempo austero con un tannino di fine lignaggio, percepibile fino in chiusura, dove sfodera grande equilibrio. Uva internazionale, cultura locale per un Syrah che parla perfettamente il dialetto veneto. Abbacchio al forno con verdure grigliate.

Prosecco Extra Dry Millesimato 2014: 2 VITI

Paglierino pieno con buon perlage. Solletica con note di acacia e pompelmo rosa, pera, e a seguire nette percezioni citrine. Ben equilibrato al palato accompagnato da un piacevole finale morbido. Un millesimo che racconta il territorio attraverso un’accurata spumantizzazione nei grandi recipienti. Risotto con gamberi di fiume e piselli.

 

BIBENDA 2016

L’azienda Paladin, fondata nel 1962 da Valentino Paladin, ha come sede una magnifica villa realizzata secondo lo stile architettonico veneto dei primi dell’Ottocento, circondata dal verde dei vigneti, curati con dedizione come giardini, nei quali si alternano vitigni tradizionali e internazionali. Oggi alla guida di questa realtà ci sono Carlo, Lucia e Roberto Paladin, figli di Valentino, che portano avanti le tradizioni ereditate dal padre, perseguendo il medesimo obiettivo di una produzione di qualità nel rispetto della tipicità del territorio. Il tutto con un occhio sempre rivolto al futuro e alle innovazioni: i tre eredi Paladin, infatti, hanno avviato nuovi progetti, come quello di una viticoltura ragionata ed ecosostenibile, che stabilisce le priorità di studio ed opera sempre in stretto contatto con l’ufficio marketing, per comprendere le tendenze del mercato e il miglior modo per indirizzare la comunicazione. I vini in degustazione sono la testimonianza della continua ricerca della qualità e della tipicità di questa cantina e di questa famiglia. Tra tutti emerge il Malbech Gli Aceri, con il suo bouquet aromatico variegato e un equilibrio gustativo in cui l’impalcatura tannica è ben bilanciata dal caldo abbraccio alcolico ed entrambi sono suggellati da una calibratissima dose di freschezza.

Malbech Gli Aceri 2012: 4 GRAPPOLI

Rosso rubino con accenni granato. Eleganti aromi di more, ribes, spezie, toni di erbe spontanee, di rabarbaro e una spiccata sensazione di torbato. Gusto agrumato, fresco, caratterizzato da un’importante impalcatura tannica, buon tenore alcolico, ottima persistenza e un netto ritorno di torba. Abbinamento: roast-beef di manzo.

Syrah 2013: 4 GRAPPOLI

Rubino. Profumi di chiodi di garofano, peperoncino, liquirizia, frutti di bosco e un respiro balsamico in sottofondo. All’assaggio si presenta elegante e di grande bevibilità. Chiude con ritorni speziati e lascia in bocca quasi una leggera sensazione piccante. Abbinamento: pennette alla boscaiola.

Raboso Fiore Selezione Speciale: 4 GRAPPOLI

Rubino denso e luminoso. Profumi vivaci di visciola, geranio, erbe di campo, humus e rosa canina. Sorso agile, stuzzicante e piacevolmente brioso. Abbinamento: salama da sugo.

Traminer 2014: 3 GRAPPOLI

Paglierino con pennellate verdoline. Sensazioni di papaya, melone bianco, rosa bianca, toni vegetali di lavanda e di erbe aromatiche fresche. Sorso morbido, sapido, coerente con l’olfatto, chiusura leggermente ammandorlata. Abbinamento: pollo al curry.

Pinot Grigio 2014: 3 GRAPPOLI

Paglierino. Impatto olfattivo caratterizzato da note minerali e vegetali, frutta a polpa bianca, pera e mandorla fresca. Sorso sapido. Abbinamento: rana pescatrice al forno.

Prosecco Millesimato extra-dry 2014: 3 GRAPPOLI

Paglierino luminoso. Profuma di glicine, drupe gialle e agrumi, spolverati da sprazzi di vivida mineralità. In bocca è gradevolmente fresco. Buon finale, appena ammandorlato. Abbinamento: insalata di mare.

Prosecco Dry Tondo: 3 GRAPPOLI

Paglierino tenue. Fiori bianchi e pera matura su lieve sfondo di lieviti. Piacevolmente beverino, morbido ed equilibrato. Abbinamento: tartine toscane.

Merlot 2014: 3 GRAPPOLI

Rubino con ampia unghia porpora. Viola fresca, fresia, ciliegia croccante, sensazioni boschive di felce e muschio. Moderatamente fresco e sapido, con un finale delicatamente liquirizioso. Abbinamento: spaghetti pomodoro e origano.

ANNUARIO DEI MIGLIORI VINI ITALIANI 2016 –  LUCA MARONI

La Paladin si trova ad Annone Veneto, ultimo lembo di terre veneziane a ridosso del Friuli e della Marca Trevigiana. La storia dell’azienda ha avuto inizio nel 1962, quando Valentino Paladin decise di specializzarsi nella coltivazione della vite. Nel 1975 al nucleo storico dell’azienda venne affiancato un nuovo podere. Bosco del Merlo. Paladin è diventata azienda immagine del territorio veneziano ed i suoi vini sono proposti nei più prestigiosi ristoranti italiani ed internazionali.

IL MIGLIOR VINO

Salbanello Rosso 2014: 92 punti!

Impressioni del produttore: l’esperienza ci ha insegnato ad unire il Malbech e il Cabernet in un blend armonico. La delicata morbidezza del Malbech, vitigno dalla lunga e gloriosa tradizione in casa Paladin, e la ricca stoffa del Cabernet, vitigno storico del Veneto Orientale, si combinano in un vino di piacevolissima bevibilità, di perfetto equilibrio e adatto ad ogni occasione. Soddisfa l’esigenza del bere fresco ed è vino di grande e consolidato successo internazionale, soprattutto in Germania.

Raboso Fiore Bollicine Rosse: 90

Syrah 2013: 90

Refosco dal Peduncolo Rosso 2014: 89

Traminer 2014: 88

Merlot 2014: 88

Pinot Grigio 2014: 88

Prosecco Extra Dry Millesimato 2014: 85

Prosecco Dry Tondo: 84