Sei qui: Home > Rassegna Stampa > Trionfano Rosè e autoctoni tra le novità di Vinitaly 2007

Trionfano Rosè e autoctoni tra le novità di Vinitaly 2007

PALADIN: PADIGLIONE 4, STAND E6.
Sotto il marchio Paladin esce per la prima volta “Roè”, un rosato vivace, metodo Charmat, da uve Chardonnay e Malbech. L’obiettivo è realizzare un aperitivo importante e un vino piacevole da tutto pasto. Sul vitigno Malbech l’azienda lavora nella selezione dei cloni che meglio esprimano il territorio e a tale scopo per gli “addetti ai lavori” è possibile seguire allo stand un’interessantissima verticale delle annate dalla 1999 alla 2003 del Malbech Gli Aceri. Il Refosco Paladin 2006 ha una marcia in più dovuta alle uve sovrammature che gli conferiscono maggiore rotondità e spessore. Lo stesso lavoro di selezione clonale dei vini Paladin cambia le caratteristiche delle nuove vendemmie di alcuni prodotti del marchio Bosco del Merlo. Il Soandre 2005, Verduzzo da uve parte da vendemmia tardiva e parte passite, ha una nota di maggior freschezza, mentre il Sauvignon Turranio 2006 si esprime con più profumi di frutta gialla. Da segnalare inoltre la postazione toscana dell’azienda Vèscine della famiglia Paladin: padiglione 8, area del Consorzio Chianti Classico, padiglione 8, stand D3, tavolo 14. Anteprima: Lodolaio Chianti Classico Riserva DOCG 2003.